Mercoledì sul mercato europeo, l’indice del dollaro USA era più alto, ma gli scambi sono stati leggeri. La sterlina è vicina ai massimi da due mesi, grazie al veto di un controverso disegno di legge sulla Brexit da parte del parlamento britannico. Il dollaro neozelandese ha toccato il massimo di un anno dopo che la Banca della Nuova Zelanda ha temporaneamente escluso una politica dei tassi di interesse negativi.

Alle 17:21 ora di Pechino (04:21 AM Eastern Time), i futures sull’indice del dollaro USA, che misura l’andamento del dollaro USA rispetto alle sei principali valute ponderate per il commercio, sono aumentati dello 0,13% a 92,852.

L’euro / dollaro è sceso dello 0,14% a 1,1797; il dollaro / yen è salito dello 0,16% a 105,45. Il dollaro australiano, che è altamente sensibile al sentimento di rischio, è sceso dello 0,15% a 1,1796.

Poiché oggi è il Veterans Day negli Stati Uniti, il mercato obbligazionario statunitense è chiuso e non sono stati rilasciati dati economici importanti e si prevede che le attività di trading sul mercato dei cambi saranno relativamente lente.

Un analista di ING ha dichiarato: “Non ci sono dati economici importanti negli Stati Uniti oggi, e il mercato dei cambi potrebbe consolidarsi dopo le recenti forti fluttuazioni (in particolare le valute dei mercati emergenti)”.

Mercoledì, l’attenzione del mercato potrebbe concentrarsi sul forum annuale della banca centrale della Banca centrale europea di due giorni, dove la banca centrale ha precedentemente rilasciato indizi sulle tendenze della politica monetaria.

Tuttavia, questo forum potrebbe non rivelare ulteriori informazioni sulle tendenze future della politica monetaria. In precedenza, la Banca centrale europea aveva dichiarato che avrebbe lanciato nuove misure di stimolo monetario a dicembre, ma gli operatori devono ancora prestare attenzione al presidente della Banca centrale europea Lagarde ( Christine Lagarde) sulle prospettive economiche europee.

Inoltre, il Netherlands International Group ha anche affermato: “Oggi, potrebbero esserci alcune notizie sugli incoraggianti progressi del Fondo di ripresa dell’UE, che potrebbe trascinare il tasso di cambio euro-dollaro di nuovo nella gamma 1,1920”.

La coppia GBP / USD è salita dello 0,12% a 1,3288, quasi il massimo di due mesi Il mercato è sempre più ottimista sul fatto che il Regno Unito e l’UE raggiungeranno un accordo commerciale.

È stato riferito che la Camera dei Lord britannica ha respinto l ‘”atto sul mercato interno” che viola l’accordo Brexit, che ha rimosso un importante ostacolo per il Regno Unito al raggiungimento di un accordo commerciale con l’UE.

Il dollaro neozelandese / dollaro USA è salito dello 0,95% a 0,6893, raggiungendo il livello più alto in più di un anno. In precedenza, la Banca della Nuova Zelanda non ha adottato tassi di interesse negativi, ma ha accettato di lanciare un nuovo piano di finanziamento del prestito a dicembre per fornire alle banche prestiti a basso interesse per ridurre ulteriormente i costi di finanziamento. La Banca della Nuova Zelanda ha anche affermato che il governo ha contenuto con successo gli incidenti di salute pubblica e ha indebolito le aspettative del mercato secondo cui la Banca della Nuova Zelanda implementerà tassi di interesse negativi.